Voce del verbo: trapianto (di midollo) (casertano)

Ariént’ ‘u friddo
ancora pienzo a ciert’igghiurnàte ‘e sole.
‘O ssaccio ca nun me capisce
quann’ ‘o ddico,
manco fosse n’ata lengua.
Ma n’ata vota:
nunn’ ‘e bboglio
tienatélle
e agge pace.

[Dentro il freddo/ripenso a certe giornate di sole./Lo so che non mi comprendi/quando lo dico,/nemmeno fosse un’altra lingua./Ma di nuovo:/non le voglio/tienitele/e sta’ tranquillo.]

Tag: , ,

5 Commenti a “Voce del verbo: trapianto (di midollo) (casertano)”

  1. utente anonimo ha detto:

    Fa de manco.

    (Mi stae chieta).

    Può sembrare una riposta dura. Non lo è. È la fedele trascrizione di quello che direbbe mia nonna nel suo idioma.

    francesca

  2. keroppa ha detto:

    Rispondessero tutti così.

  3. utente anonimo ha detto:

    sarebbe un mondo triste.

    francesca

  4. keroppa ha detto:

    Tu fai, tu disfai.

  5. utente anonimo ha detto:

    magari facessi! al momento, vale solo la seconda che hai detto.

Lascia una replica per utente anonimo